Racconto: Italiano! (4d9)

Posted by

I Capitoli Precedenti: 123

– “Italiano!”
Ogni giorno era la stessa storia.
– Hey, “Italiano!”
Samuele Denacci sentì un brivido scuotergli le spalle, e un senso di pesantezza al ventre. Odiava quella parola. Non aveva neppure avuto il tempo di finire di mettersi la tuta da lavoro e già il bastardo straniero aveva ricominciato con la sua manfrina. Chiuse il proprio armadietto e si ritrovò attorno Patterson e due controllori del settimo grado.
– Allora, “Italiano”, hai scopato ieri sera? – gli urlò in faccia Patterson. Era un americano di mezza età, alto e robusto. La sua bocca enorme era circondata da baffi rossastri.
Samuele Denacci non rispose, tenendo lo sguardo basso. Ogni giorno era la stessa storia. Ma lui doveva lavorare.


– No? Niente scopata? Niente puttana? – L’americano gli mollò uno scapaccione sulla nuca. Abbastanza per irritare. Troppo poco per causare una reazione. – E allora che cazzo di Italiano sei, “Italiano”?
Lui non disse nulla. Soffocò una sensazione al ventre e procedette verso l’identificatore per iniziare il suo turno di lavoro. Le risate alle sue spalle lo graffiavano dall’interno. Ogni giorno. Ogni giorno.
– Buon lavoro, “Italiano” – gli gridò Patterson.
Odiava quella parola. “Italiano.” Ma lui doveva lavorare.